DA SIENA A PECHINO IN VIAGGIO DI NOZZE CON UN FUORISTRADA

L’avventura più lunga, impegnativa ed emozionante nella vita di una persona è sicuramente il matrimonio. Ma cosa succede quando ad essa si abbina un viaggio di nozze altrettanto emozionante?

Semplice, nascono gli Sposabondi.

Alessandro, romano classe 1987, e Giuditta, fiorentina classe 1986, decidono di celebrare il loro matrimonio nella magica atmosfera delle campagne senesi, più precisamente a San Galgano.

A bordo di un Toyota Land Cruiser 4×4 preparato per l’occasione e camperizzato per dormirci dentro, attraversano in compagnia di gruppo di 14 avventurieri e 10 fuoristrada Slovenia, Ungheria, Ucraina, Russia, Kazakistan, Uzbekistan, Kirghizistan per entrare finalmente in Cina e raggiungere Pechino.

Durante il lungo viaggio di oltre 15.000 chilometri, i viaggiatori incontreranno la guerra del Dombass che li obbligherà a deviare il percorso, verranno scortati dalla polizia ucraina, attraverseranno campi sterminati di girasoli, gli aridi deserti del sud del Kazakistan, saranno testimoni della tragica sorte del tristemente noto lago di Aral e dei pescherecci che negli anni ‘70 solcavano le sue acque e ora non sono altro che relitti in mezzo al deserto.

Scopriranno i tesori dell’Uzbekistan tra magia e realtà visitando Khiva, Samarkanda e Bukhara.

Metteranno poi le ruote sulla sabbia del deserto del Badain Jaran, la prosecuzione in territorio cinese del deserto del Gobi, visiteranno tempi e monasteri in territorio cinese per arrivare a Pechino dopo 6 settimane di viaggio.


In questi 42 giorni vedranno il mondo cambiare da ovest ad est in un lento passaggio che porta l’essere umano, i suoi usi e costumi  e il suo aspetto cambiare progressivamente da italiano a cinese.

Non mancheranno le disavventure.

Rotture dei fuoristrada e momenti di tensione raccontati dettagliatamente nella pagina Facebook Sposabondi – Siena2Beijing.

 

 

leggi altro su www.viaggiaresenzaconfini.it

Commenta